Campionati mondiali di sudoku

 

 

 

 

Verso la fine del 2005, ispirato dal mondiale di puzzle che si svolge con regolarità ogni anno dal 1992, uno dei fondatori di nonzero, Riccardo Albini, ha l’idea di organizzare un campionato mondiale del nuovo gioco logico che sta conquistando il mondo.

Detto fatto. Nel marzo dell’anno successivo, in collaborazione con la World Puzzle Federation, a distanza di pochi giorni nonzero organizza nella splendida cornice di Lucca il primo Campionato italiano e il primo Campionato mondiale di sudoku.

Sessantasei persone decidano di partecipare al Campionato italiano, arrivando a Lucca da tutta Italia. Dalla sfida esce la prima nazionale di sudoku, guidata dalla campionessa italiana Giulia Franceschini, che insieme agli avversari sconfitti in finale, Gabriele Quaresima e Gabriele Simionato, e ai meritevoli Martino Nacca, Anna Magagni e Francesco Aricò difende i colori azzurri nella kermesse internazionale per sudokisti.

Altrettanto sorprendente è la partecipazione al primo mondiale di 85 concorrenti provenienti da 22 paesi, che si sfidano in due giorni di prove all’ultimo numero per incoronare, alla fine, il primo Campione mondiale di specialità. Anche in questo caso, manco a farlo apposta, è una donna: Jana Tylova, della Repubblica Ceca, che in finale sconfigge due personaggi che in futuro faranno molto parlare di sé, gli americani Thomas Snyder e Wei-Hwa Huang.

Dall’esperienza organizzativa che ha portato al primo Mondiale di sudoku e ai cinque campionati italiani disputati fin’ora, nonzero ha raccolto un know-how e un supporto tecnico che permette di organizzare tornei e gare a livello nazionale, locale e aziendale.